Onde Barocche – Capolavori diocesani tra 1600 e 1750 ad Albenga fino al 13 novembre 2022

Onde Barocche al Museo Diocesano di Albenga fino al 13 novembre 2022

Mostra "Onde Barocche - Capolavori diocesani tra 1600 e 1750"

Albenga (Museo diocesano) e Pieve di Teco (Complesso della Madonna della Ripa)

Fino al 13 novembre 2022

Onde Barocche al Museo Diocesano di Albenga fino al 13 novembre 2022

Presentazione del libro “La chiave del museo” – Musei Diocesi di Cremona – 13 luglio 2022

Presentazione del libro "La chiave del museo" - Musei Diocesi di Cremona - 13 luglio 2022

Presentazione del libro "La chiave del museo"

Musei Diocesi di Cremona - Presso il Palazzo Vescovile

Mercoledì 13 luglio 2022, ore 21.00

Sarà presentato mercoledì 13 luglio alle ore 21, presso il cortile del Palazzo Vescovile di Cremona, il nuovo libro di don Marco D’Agostino, dal titolo La chiave del museo, scritto dal rettore del Seminario vescovile di Cremona e arricchito dalle illustrazioni di don Gianluca Gaiardi, incaricato diocesano per i Beni culturali e direttore del Museo Diocesano di Cremona.

Si tratta di un libro di narrativa per tutti, una novella il cui testo è intervallato dalle illustrazioni di don Gaiardi, sovrapposte alle foto del Museo. «Un escamotage grafico per far comprendere che la storia è inventata, ma il museo è reale», spiega don Marco D’Agostino.

Presentazione del libro "La chiave del museo" - Musei Diocesi di Cremona - 13 luglio 2022

L’arte incisoria di Federica Galli in mostra presso il Museo Diocesano di Andria dal 4 al 29 luglio 2022

L’arte incisoria di Federica Galli

in mostra presso il Museo Diocesano di Andria dal 4 al 29 luglio 2022

Inaugurazione lunedì 4 luglio alle ore 19:30

Federica Galli (Soresina 1932-Milano 2009) è riconosciuta unanimemente come acquafortista italiana tra le più rilevanti del Novecento.
Dal 4 al 29 luglio 2022, presso il Museo Diocesano “San Riccardo” di Andria, in via De Anellis 46, le sue straordinarie opere potranno essere ammirate per la prima volta in Puglia, contribuendo così a diffonderne la storia e l’arte.

Curata da Genny Pietrangelo la mostra è frutto della collaborazione tra la Fondazione Federica Galli e il Museo Diocesano “San Riccardo”, col patrocinio del Comune di Andria.
I segni distintivi dell’opera della Galli sono la poesia con cui ha interpretato i suoi soggetti e uno sguardo inedito su tutto ciò che ha rappresentato, affermandosi nel genere della figurazione. I suoi temi prediletti sono stati i paesaggi rurali e urbani, gli alberi, le vedute di città, ma anche i notturni, l’acqua e i fenomeni atmosferici come la neve, la nebbia, affrontando con successo tutti quei soggetti ostici a gran parte degli incisori di valore che l’hanno preceduta.
La sua arte gli è valsa il sostegno dei più autorevoli critici del tempo: Franco Russoli, Mario de Micheli, Giovanni Testori – che la seguirà fino alla propria morte – Mina Gregori, Gian Alberto dell’Acqua, Roberto Tassi, Renzo Zorzi, Carlo Bo, Daniel Berger (Metropolitan Museum of New York), Gina Lagorio, Giuseppe e Francesco Frangi, Marco Fragonara, Giorgio Soavi, David Landau (Oxford University). Così come annovera fra i suoi collezionisti uomini di cultura, italiana e straniera, noti anche per la loro colta passione verso la grafica, fra questi, i più conosciuti: Dino Buzzati, Leonardo Sciascia, Francois Mitterand.
Alcune sue opere sono conservate in musei prestigiosi come la Villa Reale di Monza, il Castello Sforzesco e la Pinacoteca Ambrosiana di Milano, il National Museum Women in the Arts di Washington. Innumerevoli, inoltre, sono le mostre personali realizzate in molti Musei in Italia e nel mondo, da occidente a oriente fino a Pechino, presso gli Archivi della Città Proibita nel 1995.
A dodici anni dalla scomparsa di Federica Galli, il 15 luglio 2021 la città di Milano le intitola una via nel vivace quartiere di Bicocca, per l’importanza artistica e culturale rivestita dalla sua figura e dalle sue opere.”

“Willow – La Strada” dal 24 giugno al 31 luglio al Mu.Ve. di Modigliana

Willow - La strada - Al MuVe di Modigliana luglio 2022

WILLOW / LA STRADA

40 opere su tela dell'artista neo-pop Willow sul tema della Strada

24 giugno - 31 luglio al Mu.Ve. di Modigliana (FC), piazza C. Battisti 12

Filippo Bruno, in arte Willow, artista neo-pop, espone 40 opere su tela, metallo e altri materiali che hanno come unico fil rouge la Strada. Quella che ci conduce in luoghi nuovi o conosciuti o che ci riporta a casa. La strada interiore che tutti noi ogni giorno percorriamo, il luogo reale o metafsico dove si apprende, si sperimenta o che si può smarrire.
Una sinfonia di voci cromatiche e visioni che prende per mano lo spettatore e lo invita a osservare con uno sguardo laterale immagini e oggetti quotidiani, familiari e sperimentati, che si trasformano in qualcosa di nuovo e imprevedibile.

Orari di apertura

Sabato 10-12 / 17-19; Domenica 10-12

Informazioni e prenotazioni

366.5209934 (Segreteria); silviasamory@gmail.com

Willow - La strada - Al MuVe di Modigliana luglio 2022

VERBA MANENT – Esordisce a Devotio la “Compagnia degli Artisti”, per stimolare l’interazione tra l’arte contemporanea e i temi del sacro

VERBA MANENT - La compagnia degli Artisti a Devotio 2022

VERBA MANENT

Domenica 19 giugno, a Devotio 2022

Esordisce a Devotio la “Compagnia degli Artisti”, gruppo nato nel 2021 per stimolare l’interazione tra l’arte contemporanea e i temi del sacro

Domenica 19 giugno, nel contesto di Devotio, l’esposizione internazionale di prodotti e servizi per il mondo religioso che si tiene annualmente presso BolognaFiere (Bologna, viale della Fiera 20), inaugura la mostra Verba Manent, dedicata al tema della “Parola” e promossa dal neonato gruppo “Compagnia degli Artisti”.

La “Compagnia degli artisti” nasce nel 2021 dalla condivisione di intenti esplicitata da otto persone che lavorano nel mondo dell’arte come studiosi, direttori di musei ecclesiastici e curatori di mostre: Luigi Codemo, Giovanni Gardini, Don Liborio Palmeri, Don Valerio Pennasso, Don Fabio Raimondi, Don Juan Rego, Paolo Sacchini, Don Giuliano Zanchi.
I fondatori della “Compagnia degli Artisti” hanno deciso di dialogare tra loro rendendosi reciprocamente partecipi delle proprie esperienze e, al contempo, di farsi compagni di cammino per quegli artisti che riflettono ed esprimono con le loro opere i temi del sacro e sono disposti a confrontarsi anche oggi con la grande tradizione dell’arte sacra cristiana. L’obiettivo è realizzare il loro progetto condividendo le proprie conoscenze, creando momenti pubblici di riflessione e dibattito, organizzando eventi espositivi e aprendosi a nuove collaborazioni e contributi.

La mostra Verba Manent rappresenta la prima uscita pubblica del gruppo e, in sintonia con il tema dell’evento bolognese, propone opere di arte del presente in cui gli artisti affrontano, anche problematicamente, il rapporto tra parola e immagine, punto cruciale di riflessione, fin dall’antichità classica, sul senso dell’agire artistico.
Elaborata con il contributo dell’intero gruppo di lavoro e curata nella sua realizzazione soprattutto da Don Liborio Palmeri (che proprio recentemente, tra l’altro, con il volume Se Dio non vale un quadro, edito da Gangemi, ha proposto una significativa riflessione complessiva sugli sviluppi dell’arte sacra cristiana nel contesto della cultura visiva occidentale), l’esposizione intende contribuire, con un punto di vista eccentrico ma qualificato, alla crescita di consapevolezza nella produzione di arte sacra cristiana, che nell’evento organizzato da Devotio trova la sua grande vetrina.

La mostra conta sulla collaborazione di sette importanti istituzioni museali ecclesiastiche italiane, che da lungo tempo indagano le potenzialità dell’arte contemporanea come strumento di avvicinamento al mondo dello spirito: la Fondazione Adriano Bernareggi di Bergamo, il Museo Diocesano di Caltagirone (Ct), la Collezione Paolo VI – arte contemporanea di Concesio (Bs), il Museo Diocesano di Faenza (Ra), la GASC | Galleria di Arte Sacra dei Contemporanei di Milano, il Museo d’arte sacra contemporanea di Rodello (Cn) e il Museo San Rocco di Trapani.

Grazie alla disponibilità di questi musei ecclesiastici – che hanno alternativamente concesso prestiti di lavori già musealizzati o dialogato con gli artisti per stimolarli a partecipare all’iniziativa – in mostra saranno presenti lavori di Chiara Crescioli (Rodello), Demetrio Di Grado (Caltagirone), Gianfranco Grosso (Trapani), Georg Dick (Trapani), Andrea Mastrovito (Bergamo), Daniela Novello (Faenza), Patrizia Novello (Milano), Guido Peruz (Concesio), Edi Sanna (Rodello), Sara Vasini (Faenza), William Xerra (Concesio).

Nella locandina, opera di Daniela Novello, Museo Diocesano di Faenza

COME RAGGIUNGERCI

Quartiere Fieristico BolognaFiere. Bologna, Viale della Fiera 20. Padiglione 21, stand A0

Orari di visita
19-21 giugno, ore 9:30-18:00

Info
compagniadegliartisti@gmail.com

VERBA MANENT - La compagnia degli Artisti a Devotio 2022

“The Vercelli Book Saga. La mostra” – Dal 18 giugno al 12 agosto 2022, Museo del Tesoro del Duomo di Vercelli

Vercelli Book Saga - 2022

The Vercelli Book Saga. La mostra

Dal 18 giugno al 12 agosto 2022, Museo del Tesoro del Duomo di Vercelli

Esposizione temporanea dei disegni originali utilizzati per la restituzione in grafica digitale del videogioco Hwaet! The Vercelli Book Saga

Per approfondire la conoscenza del Vercelli Book, in occasione non solo della mostra dedicata al suo videogioco, ma anche in memoria dei 200 anni dalla riscoperta di Friedrich Blume nel 1822, sono stati pensati tre appuntamenti collaterali alla mostra, nei sabati del 25 giugno, 9 e 23 luglio, per sfatare i miti che ancora lo avvolgono, svelare tutti i suoi segreti e raccontare al pubblico le ultime novità.

Info e visite

L’ingresso è su prenotazione scrivendo all’indirizzo email info@tesorodelduomovc.it o chiamando il 016151650.

L’ingresso alla mostra è compreso nel costo del biglietto, gratuito per i titolari di Abbonamento Musei Piemonte.


Vercelli Book Saga - 2022

HARMONIA MUNDI – Opere di Enrico Versari al Museo Diocesano di Faenza

Harmonia Mundi - Opere di Enrico Versari al Museo Diocesano di Faenza - Giugno-Luglio 2022

HARMONIA MUNDI - Opere di Enrico Versari

17 giugno – 24 luglio 2022, al Museo Diocesano di Faenza

INAUGURAZIONE: venerdì 17 giugno 2022, ore 19.00


Inaugura venerdì 17 giugno alle ore 19.00 HARMONIA MUNDI, una personale di Enrico Versari. La mostra, allestita nella chiesa di Santa Maria dell’Angelo – spazio espositivo del Museo Diocesano di Faenza – è stata pensata come un percorso che si articola negli spazi rinnovati dell’antica sacrestia e della cappella invernale. La mostra presenta una serie di opere che vanno dalla scultura alla pittura, dal disegno all’incisione offrendo uno sguardo antologico sull’intera opera di Versari. Filo conduttore della mostra è il rigore assoluto che l’artista persegue in ogni suo lavoro, in una inesausta ricerca di un ordine che ponga fine al caos. Geometrie dello spirito, potrebbero essere definite molte sue opere, costantemente attratte dalla luce. In esse l’oro, luce spirituale, emerge dalle tenebre come elemento essenziale per una armonia interiore, per una harmonia mundi.

La mostra, una iniziativa del Museo Diocesano di Faenza, rimarrà aperta fino a domenica 24 luglio, dal giovedì alla domenica (giovedì, venerdì, domenica 16.30-19.00, sabato 10-12.30 e 16.30-19.00). Ingresso libero nel rispetto della normativa anticovid vigente.

PER INFORMAZIONI

Giovanni Gardini, Museo Diocesano di Faenza, 340-3365131

SEDE DELL’ESPOSIZIONE
Spazio espositivo di Santa Maria dell’Angelo
via Santa Maria dell’Angelo, Faenza

ORARI
Giovedì 16.30-19.00
Venerdì 16.30-19.00
Sabato 10-12.30 e 16.30-19.00
Domenica 16.30-19.00

 

Ritratto dell’artista: ph Mirko Mercatali

Harmonia Mundi - Opere di Enrico Versari al Museo Diocesano di Faenza - Giugno-Luglio 2022
Harmonia Mundi - Opere di Enrico Versari al Museo Diocesano di Faenza - Giugno-Luglio 2022

RODELLO ARTE 2022 – VI EDIZIONE. Mostra “IL SACRO E LA FRAGILITÀ”

rodello-vi-edizione

RODELLO ARTE 2022 – VI EDIZIONE. Mostra “IL SACRO E LA FRAGILITA’”

Da sabato 4 giugno, presso la sede distaccata del Museo Diocesano di Alba - Chiesa dell'Immacolata - Rodello (CN)

Visitabile gratuitamente il sabato e la domenica nei mesi di giugno, settembre e ottobre, solo la domenica nei mesi di luglio e agosto, con orario 15-18.

Sabato 4 giugno 22 verrà inaugurata la mostra che ospiterà le opere prodotte dagli artisti coinvolti nella VI edizione del progetto “Rodello Arte”.

Il progetto Rodello Arte, a cura della Fondazione Museo Diocesano con l’associazione Colline e Culture, la Fondazione Santi Lorenzo e Teobaldo ed il Comune di Rodello, giunto alla sua sesta edizione, intende riflettere in modo concreto e dialogico sul concetto di arte sacra, sulla sua produzione e sul rapporto tra artisti e committenza. L’iniziativa, nata nel 2017, ha sinora raccolto intorno a sé sessanta artisti provenienti da diverse parti d’Italia e d’Europa, afferenti a discipline artistiche differenti. Nelle prime edizioni le opere prodotte hanno rappresentato il rapporto tra il sacro e la terra e tra il sacro e il viaggio. I temi ispiratori del terzo biennio sono il Sacro e la Fragilità.

Per informazioni: rodelloarte@gmail.com

rodello-vi-edizione

Convegno “La nobiltà pontificia della Diocesi di Albano” – 8 giugno Museo Diocesano di Albano

Convegno La nobiltà pontificia della Diocesi di Albano

Convegno "La nobiltà pontificia della Diocesi di Albano"

Mercoledì 8 giugno, ore 18, presso il Museo Diocesano di Albano

Un nuovo appuntamento nell’ambito del ciclo “Storie di famiglia: le grandi casate nobiliari nel territorio del Grand Tour.”

Mercoledì 8 giugno, ore 18,00, presso il Museo Diocesano di Albano, Sala delle Vedute di Palazzo Lercari, in Via Alcide De Gasperi 37, Albano Laziale.

Informazioni e prenotazioni:

Convegno La nobiltà pontificia della Diocesi di Albano

LA FONTANA RACCONTA: mostra per i 120 anni di Acquedotto Pugliese

La fontana racconta: mostra per i 120 anni di Acquedotto Pugliese

LA FONTANA RACCONTA

Mostra per i 120 anni di Acquedotto Pugliese

Dal 3 al 21 giugno 2021 presso il Museo Diocesano San Riccardo di Andria

La mostra itinerante La fontana racconta giunge ad Andria per celebrare i 120 anni dalla legge che istitutiva del più grande acquedotto d’Europa, grazie alla collaborazione tra Ufficio Diocesano Beni Culturali della Diocesi di Andria, Museo Diocesano “San Riccardo” e Acquedotto Pugliese.

L’inaugurazione è venerdì 3 giugno 2022, alle ore 10:00, presso il Museo Diocesano “San Riccardo” in via Domenico de Anellis 46 ad Andria (BT).

Partecipano S.E. mons. Luigi Mansi, Vescovo di Andria, don Giannicola Agresti Direttore del Museo Diocesano, Francesco Crudele membro del Consiglio di Amministrazione di Acquedotto Pugliese e Mario Loconte Assessore ai Lavori pubblici del Comune di Andria.

La mostra sarà aperta al pubblico gratuitamente dal 3 al 21 giugno 2022, tutti i giorni dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 20.00.

La Fontana racconta raccoglie 100 scatti fotografici, alcuni conservati nell’archivio di Acquedotto Pugliese, altri realizzati dai molti appassionati della storica colonnina in ghisa. Si potranno ammirare, inoltre, diversi manufatti del ‘900 destinati all’approvvigionamento, al trasporto, al consumo e alla conservazione dell’acqua prima che l’Acquedotto Pugliese entrasse in funzione, come anfore, vasi, recipienti e altri oggetti per l’igiene personale, provenienti da collezioni private.
Diversi pannelli descrittivi aiuteranno il visitatore a comprendere l’importanza della fontanina pubblica nei centri pugliesi.

La fontana racconta: mostra per i 120 anni di Acquedotto Pugliese