Skip to content

Video in LIS e podcast “Il tesoro di Vercelli”: il Museo del Tesoro del Duomo di Vercelli diventa sempre più accessibile

LIS e podcast, la cultura sempre più accessibile

Il Museo del Tesoro del Duomo diventa sempre più accessibile. Sono infatti online i video in lingua LIS del percorso, a beneficio di coloro che hanno difficoltà uditive. La lingua dei segni permette oggi al Museo di ampliare i propri servizi al pubblico grazie alla collaborazione con l’Ente Nazionale Sordi – Comitato Regionale Piemonte che ne ha curato la realizzazione insieme alla Fondazione Museo del Tesoro del Duomo e Archivio Capitolare di Vercelli.

I video, disponibili sul canale Youtube della Fondazione e sul sito istituzionale, sono stati realizzati nell’ambito del progetto Connessioni. La cultura genera accessibilità e con il supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino. La collaborazione con l’Ente Nazionale Sordi non si fermerà: presto il Museo sarà presente sul sito MAPS – Musei accessibili per le persone sorde che segnala le istituzioni culturali italiane più all’avanguardia in tema di accessibilità.

Già online invece sulla piattaforma Spotify e le principali distribuzioni, il podcast Il Tesoro di Vercelli. Cinque puntate in uscita ogni giovedì dal 30 maggio al 27 giugno, per immergersi nella storia di Vercelli attraverso la libera narrazione di fatti storicamente documentati. I contenuti sono stati realizzati grazie al riparto del fondo per il funzionamento dei piccoli Musei del Ministero della Cultura che ha inoltre contribuito a migliorare l’accessibilità fisica del percorso museale.

La Fondazione è inoltre impegnata in una nuova stagione di eventi accessibili, con il progetto Arte senza senso che coinvolgerà il pubblico, il Centro Diurno Galilei del Settore Politiche Sociali del Comune di Vercelli e il Liceo delle Scienze Umane Lagrangia. In corso le fasi preliminari del progetto che tra giugno e luglio vedrà lo svolgimento di un corso laboratoriale destinato al Centro Diurno, in collaborazione con il Laboratorio Tabor di Assunta Fraraccio. Con la ripresa dell’anno scolastico sia gli studenti, sia gli ospiti del centro e di altre associazioni declinate sul sociale, sia il pubblico, troveranno tra le proposte del Museo una rassegna di eventi dedicata ai cinque sensi, per vivere le collezioni di Museo e Biblioteca Capitolare sotto nuovi punti di vista.

Parallelamente la Fondazione, insieme all’Ufficio Beni Culturali dell’Arcidiocesi, ha incentrato le attività dell’annuale progetto integrato sostenuto con i fondi 8×1000 della CEI, sulle connessioni tra diversi soggetti attivi sul territorio, riuniti sotto l’egida di Oltre la cultura. La comunità diocesana per l’accessibilità, proseguendo un percorso che, al di là delle barriere architettoniche, vuole abbattere anche quelle territoriali, percettive e sensoriali.

>> Per maggiori informazioni, visita il sito web del Museo